Blog di viaggi di Opodo icon
Blog di viaggi di Opodo
  •   3 minuti di lettura

Ci sono aeroporti che sono un vero e proprio incubo per i viaggiatori: aerei perennemente in ritardo, valige smarrite o danneggiate, code infinite, poco spazio per riposare, bagni scomodi…e l’elenco delle disavventure che potrebbero capitarvi in questi luoghi di partenza, arrivo e transito è ancora lungo. Per capire quali sono gli scali più odiati dai passeggeri di tutto il mondo abbiamo curiosato in giro per il web tra siti di viaggio, blog, forum e esperienze personali; il risultato è questo elenco dei 10 aeroporti più odiati dai viaggiatori nel 2013. Se vi capita di passarci (alcuni sono tra i più grandi del mondo!), raccontateci la vostra esperienza!

Aeroporto Internazionale Charles de Gaulle (CDG)

charles de gaulle
source: pinterest
  • Dove: Parigi, Francia
  • Numero di passeggeri nel 2012: circa 62 milioni; è il secondo aeroporto più trafficato d’Europa.
  • Problemi principali segnalati dai viaggiatoribagni molto sporchi, mancanza di segnaletica per muoversi agilmente all’interno dello scalo, informazioni non chiare sugli schermi dei gate e poca scelta di ristoranti che risultano piuttosto cari e nel complesso scadenti. Molti frequentatori abituali del CDG dichiarano di sentirsi spesso come “in gabbia” per colpa dei suoi spazi angusti e male organizzati: la forma circolare con molti tunnel non aiuta a spostarsi velocemente tra i gate.  Anche il personale è considerato poco attento e gentile, specialmente nel caso in cui non si parli il francese…

Aeroporto Internazionale di Los Angeles (LAX)

aeroporto lax
source: pinterest
  • Dove: Los Angeles, Stati Uniti 
  • Numero di passeggeri nel 2012: più di 63 milioni
  • Problemi principali segnalati dai viaggiatori: l’aeroporto è troppo piccolo in relazione al volume di passeggeri che da qui transitano ogni giorno e poco funzionale con la sua forma a “ciambella”. Le lunghe code per i controlli sono all’ordine del giorno e gli aerei partono spesso in ritardo perchè in coda per il loro turno (qui ci sono circa 1700 atterraggi e partenze al giorno).

Aeroporto Internazionale di Heathrow (LHR)

heathrow aeroporto
source: pinterest
  • Dove: Londra, Regno Unito
  • Numero di passeggeri nel 2012più di 70 milioni 
  • Problemi principali segnalati dai viaggiatori: per raggiungere i banchi check-in, i controlli di sicurezza e le uscite sono necessarie lunghe camminate; gli spazi comuni sono congestionati ed è spesso difficile trovare un posto libero per sedersi e riposare. Le strutture e i servizi, in generale, sono sottodimensionati in relazione all’utenza che frequenta lo scalo.

Aeroporto Internazionale di Toncontín (TGU)

toncontin aeroporto
source: pinterest
  • Dove: Tegucigalpa, Honduras
  • Numero di passeggeri nel 2012: 493.000
  • Problemi principali segnalati dai viaggiatori: le sedie delle sale d’attesa sono molto scomode, i pavimenti sporchi e per i pasti la scelta è molto limitata e scadente. L’aeroporto è inoltre particolarmente odiato dai viaggiatori a causa della sua posizione: è circondato da una montagna e con una pista di atterraggio molto corta, per questo viene considerato il secondo più pericoloso del mondo (fonte: History Channel).

Aeroporto Internazionale Ninoy Aquino (MNL)

ninoy aquino aeroporto
source: eesti on flickr
  • Dove: Manila, Filippine
  • Numero di passeggeri nel 2012: 31 milioni
  • Problemi principali segnalati dai viaggiatori: i bagni sono sporchi e piccoli e gli ascensori spesso rotti. Inoltre, molti bagagli vengono manomessi, facendo di questo scalo un vero incubo per chi è costretto a frequentarlo!

Aeroporto Internazionale Jomo Kenyatta (NBO)

nairobi aeroporto
source: pinterest
  • Dove: Nairobi, Kenya (Africa)
  • Numero di passeggeri nel 2012: 7 milioni
  • Problemi principali segnalati dai viaggiatorimancanza di spazi per sedersi e riposarsi, lunghe code ai controlli di sicurezza, bagni molto piccoli e scomodi. I lavori di espansione dello scalo sono al momento bloccati e causano solo ulteriori disagi ai viaggiatori. I pochi bar e ristornati disponibili per mangiare sono cari e il cibo servito è di scarsa qualità.

Aeroporto Internazionale John F.Kennedy

jfk aeroporto
source: so cal metro on flickr
  • Dove: New York, Stati Uniti
  • Numero di passeggeri nel 201249 milioni 
  • Problemi principali segnalati dai viaggiatori: si tratta di uno degli aeroporti più trafficati del mondo e i problemi di affollamento si notano soprattutto dalle lunghe code che si formano in corrispondenza dei controlli immigrazione. Il traffico di viaggiatori è aumentato sempre di più negli anni ma le strutture dello scalo non hanno saputo stare al passo con la crescita, risultando oggi inadeguate.

Aeroporto internazionale di Tribhuvan

kathmandu aeroporto
source: Readeon_Zhou on Flickr
  • Dove: Kathmandu, Nepal
  • Numero di passeggeri nel 20123 milioni 
  • Problemi principali segnalati dai viaggiatori: la procedura di check-in è lenta e inefficiente e il personale è stato descritto come poco amichevole e disponibile. Inoltre, le condizioni meteo incerte provocano spesso ritardi nelle partenze e negli arrivi dei voli e in generale l’atmosfera è caotica e l’ambiente poco confortevole. 

Aeroporto Internazionale di Perth

aeroporto perth
sopurce: pinterest
  • Dove: Perth, Australia
  • Numero di passeggeri nel 2012più di 12 milioni 
  • Problemi principali segnalati dai viaggiatori: si tratta di un aeroporto congestionato con poche sale d’aspetto e interminabili code ai banchi check-in e per prendere un taxi all’uscita.

Aeroporto Internazionale di Sao Paulo

sao paulo aeroporto
source: pinterest
  • Dove: San Paolo, Brasile
  • Numero di passeggeri nel 201232 milioni (è il più grande aeroporto brasiliano).
  • Problemi principali segnalati dai viaggiatori: quello di San Paolo è uno scalo che non riesce a gestire l’elevato traffico di viaggiatori in transito, sia in termini di strutture che di  gestione dei voli: moltissimi sono infatti quelli in ritardo (solo il 41% parte in orario). In aggiunta ci sono le noiose code all’immigrazione, i cambi di gate senza preavviso e i prezzi esorbitanti che si è costretti a pagare per assaggiare del cibo scadente. 
  • Umberto Aimar

    sono d’accordo sulla bassissima votazione al CDG di Parigi, per la dispersività dei collegamenti tra i vari settori (solo a piedi…) e soprattutto per la becera abitudine di non parlare lingue che non siano il français…..

    • Laura

      Tutto vero purtroppo!

footer logo
Fatto con per te