Blog di viaggi di Opodo icon
Blog di viaggi di Opodo
  •   2 minuti di lettura

Qual è il senso più sviluppato tra gli europei nella vita quotidiana  e in vacanza? Per scoprirlo, vi avevamo proposto un sondaggio sul “turismo sensoriale”, attraverso il quale raccontarci quale ruolo rivestono vista, olfatto, tatto, gusto e udito nelle vostre esperienze di contatto con il mondo esterno e nella vostra ricerca di relax e evasione, sia a casa che in viaggio. Ecco, presentati attraverso un’infografica, i risultati più interessanti del test.

infografico turismo sensoriale

Per il 71 % degli europei, la vista è il senso più importante durante la routine giornaliera, quello più utilizzato per rilassarsi e divertirsi una volta arrivati a casa dopo una lunga giornata; guardare un bel film è infatti il passatempo più apprezzato da italiani, francesi, tedeschi e inglesi (41%). Per gli italiani poi, questa abitudine è seguita, nella classifica delle più amate, dall’ascoltare musica (27%), godersi il sole e il bel tempo magari in giardino o con una passeggiata (19%), cucinare (12%) e giocare con il proprio animale domestico (4%). Una volta in vacanza invece, la vista viene sostituita dal gusto nella scala dei sensi più importanti per vivere un’esperienza al 100% soddisfacente: la voglia di scoprie la gastronomia locale dei paesi visitati è infatti l’aspetto più importante di un viaggio per il 41% degli intervistati (42% degli italiani), che dichiarano di voler lasciare a casa alla partenza le proprie abitudini alimentari per aprirsi a nuovi piaceri del palato. Questa febbre per la cucina “etnica” sarà forse l’effetto del successo di reality di show-cooking come Masterchef, sempre più popolari in TV?

turismo dei sensi

A parte le nostre abitudini alimentari, cosa ci lasciamo indietro quando partiamo? La sorpresa principale arriva dal telefono cellulare: il 20% dei partecipanti ha infatti dichiarato di non avere problemi a lasciare a casa il telefono al momento di partire, mentre quasi nessuno (solo il 3%) rinuncerebbe a mettere in valigia la macchina fotografica. La volontà degli italiani di provare esperienze nuove in vacanza non si limita alla cucina: per i nostri connazionali, sembra che vivere un’esperienza fuori dai circuiti turistici sia molto importante (54%), così come apprendere la cultura e la lingua locali (19%). Solo il 9% è invece interessato a conoscere persone nuove in viaggio.

turismo sensoriale

Infine, nonostante l’iper-connessione che ci contraddistingue, sembra che per gli italiani il miglior modo per sognare di staccare la spina e partire per un bel viaggio non sia guardare le immagini degli amici su Facebook o magari informarsi sui siti web di turismo, ma abbia a che fare con un piacere molto più semplice: guardare in alto, ammirare il cielo azzurro e respirare l’aria fresca! Ecco cos’è la felicità per il 62% di loro!

footer logo
Fatto con per te