Blog di viaggi di Opodo icon
Blog di viaggi di Opodo
  •   4 minuti di lettura

Che si tratti di spostamenti di lavoro, piacere o amore, le donne viaggiano e lo fanno in modo consapevole e aperto. Autonome, curiose, intraprendenti, organizzate, quelle che scelgono di partire da sole sono sempre di più e, grazie a una fitta rete di pubblicazioni, siti web e forum dedicati a fornire e scambiare informazioni, questa attività è diventata più facile e circondata da meno pregiudizi. La scelta della meta però non è semplice, perchè se è vero che nella maggior parte dei casi non ci sono problemi, in alcuni paesi la situazione può essere piuttosto complicata, a causa di differenze culturali, senso di insicurezza, questioni pratiche difficili da risolvere. Se pensate di scegliere una destinazione fuori dall’Europa, e volete chiarirvi le idee, non c’è nulla di meglio che ascoltare le testimonianze dirette di ragazze globetrotter che hanno vissuto questa esperienza e ce ne raccontano la bellezza, l’intensità ma anche i momenti difficili. Buona lettura!

donne viaggiatrici interviste
In quale paese tra quelli in cui hai viaggiato da sola ti sei trovata meglio? Perchè lo consiglieresti ad una donna che viaggia sola?

Nicole: In Messico. Ho viaggiato sola dal DF (Città del Messico) verso nord in treno, verso sud in auto e verso sud-est con l’autobus e non ho avuto nessun problema: tutti sono sempre stati disponibilissimi e non mi sono mai sentita insicura per il fatto di essere donna. Ho migliorato la mia conoscenza limitata dello spagnolo e ho conosciuto molta gente simpatica.

Mireia: Stati Uniti, perchè non è assolutamente una nazione difficile da visitare per le donne che viaggiano sole. Ci si può sentire sicure e comode in ogni momento e la cosa che ho apprezzato particolarmente è che mi sono sempre sentita libera di essere me stessa, senza mai sentirmi giudicata.

Margaux: Laos. Oltre agli splendidi e riposanti paesaggi, le persone qui sono amichevoli, calme e per nulla aggressive, come invece potrebbero essere in altri paesi asiatici. Viaggiare in Laos è estremamente facile e piacevole: ci sono servizi per turisti, ma questo riesce a non intaccare l’atmosfera autentica dei luoghi. Nel complesso, una donna può sentirsi sempre sicura.

Marìa: dico Malesia perchè qui la gente è incredibilmente gentile e, in generale, perchè si tratta di un paese piuttosto sicuro. Ecco un aneddoto per farvi capire l’altruismo della gente: una volta chiesi un indirizzo (mi ero completamente persa!) e una famiglia intera si mobilitò, addirittura utilizzando la propria auto, per portarmi fin dove dovevo andare, perchè la mia meta gli sembrava troppo lontana per poterci arrivare sola.

Helena: India. Viaggiare in India sola può essere una esperienza impressionante e piena di momenti magici. L’India fa infatti parte di quei paesi pieni di vita, stimoli, colori, odori e rumori incredibili…e quale esperienza migliore che stare sola con se stessa per vivere intensamente questi momenti? L’unico accorgimento è fare attenzione quando scende il sole. Anche se per viaggiare l’India è un paese molto sicuro, non è ben visto che le donne camminino sole di notte. Vi renderete conto che le donne indiane non girano per strada la sera.

Vaiggi femminili Laos
Viaggi al femminile:Margaux è rimasta colpita dai paesaggi e dagli abitanti del Laos

Quali sono stati gli aspetti del viaggio che ti sono piaciuti di più?

Nicole: Viaggiando sola si entra molto di più in contatto con la cultura e la mentalità del paese. Si conoscono persone del posto e si può parlare con loro senza dover guardare l’orologio, come invece può succedere dovendo inevitabilmente rispettare le regole di un gruppo; se si viaggia con un’amica o in coppia poi si rimane un po’ tagliati fuori e si è meno incentivati a coltivare relazioni con i locali o con altri viaggiatori.

Mireia: La sensazione di essere padrona delle mie azioni, sapendo che le cose dipendono solo da quello che decido in piena autonomia: cosa mangiare, dove dormire, cosa visitare, con chi passare il mio tempo…Anche sapere che ti trovi in uno dei più importanti paesi del mondo e che sei libera è una sensazione fantastica.

Margaux: Lo stile di vita molto semplice degli abitanti del Laos.

Marìa: Oltre al cibo, che è impressionante ed è uno degli aspetti più positivi del paese, viaggiare in Malesia è molto semplice: i prezzi sono fissi (perciò non c’è bisogno di contrattare costantemente per ogni cosa) e non si paga mai di più per essere straniera. Inoltre, i mezzi di trasporto sono buoni e quasi tutti parlano inglese.

Helena: la cosa migliore sono le persone. Ricordo per esempio un sorriso radioso. O quella volta che durante il viaggio, mentre passeggiavo sola per le strade di una piccola città, finii a bere un chai con coconut chutney in una casa, mentre tutta la famiglia mi guardava mangiare.

Viaggi femminili
Viaggi al femminile: Maria ha adorato la cucina della Malesia!

Quali sono state le esperienze/situazioni più difficili durante il viaggio?

Nicole: Purtroppo ci sono (e ci saranno) sempre alcuni uomini che pensano che le donne che viaggiano sole sono alla ricerca della compagnia di un uomo…sbagliato! Ma questo può succedere ovunque nel mondo credo; può essere piuttosto fastidioso ogni tanto, ma normalmente se dite chiaramente “no” lo accettano e vi lasciano sole.

Mireia: Non me ne ricordo nessuna in particolare; suppongo che ci siano sempre momenti durante i quali si vorrebbe parlare con un buon amico e non c’è nessuno intorno e forse a quel punto ci si può sentire un po’ sole, ma a parte questo nient’altro per cui valga la pena rinunciare ad un’esperienza di questo tipo.

Margaux: La mancanza di servizi igienico-sanitari. Spesso non c’è carta igienica, nè scarico o water…anzi, molte volte non ci sono neppure i bagni! Questo può naturalmente essere piuttosto fastidioso per una donna.  Quello che è certo è che se si affronta un viaggio in Laos non si dovrebbe essere troppo maniacali in fatto di norme sanitarie, a meno che non si frequentino gli hotel più lussuosi. Comunque, anche viaggando zaino in spalla con un budget limitato, se non fate troppo le schizzinose in questo paese non avrete grossi problemi!

Maria: Non mi viene in mente nulla di complicato o difficile del viaggiare sola in Malesia. Forse, l’unica cosa un po’ strana è che a volte in zone dove non ci sono molti turisti i ragazzi giovani chiedono di farsi foto con te con il cellulare e sono un po’ pesanti dichiarandoti il loro amore incondizionato 5 minuti dopo averti conosciuto. Ma non esagerano mai e sono comunque rispettosi!

Helena: la difficoltà di viaggiare in India sta proprio in alcuni dei suoi aspetti più affascinanti: il caos e l’eccessiva attenzione degli indiani. Quando sei sola e hai un problema, la comunicazione può essere molto difficile. Quindi, se pensi a un viaggio rilassante durante il quale passare inosservata…l’India non è la destinazione adatta a te.  Ma, senza dubbio, ti ricompenserà con molte altre fantastiche esperienze!

donne che viaggiano sole

E voi, avete mai viaggiato da sole o state pensando di farlo? Raccontateci la vostra esperienza!

Lascia un commento

footer logo
Fatto con per te