Blog di viaggi di Opodo icon
Blog di viaggi di Opodo
  •   3 minuti di lettura

Nella pratica orientale del buddismo è considerato essenziale per liberarsi, il concetto di mindfulness o di “piena consapevolezza“, ha molti aspetti spirituali e filosofici. In Occidente, viene considerato quasi come una terapia orientata a ridurre lo stress e migliorare il benessere generale.

traveller

 

Ma di cosa si tratta in concreto? La consapevolezza è, come indica il nome stesso, la capacità di essere pienamente presenti in tutti i propri pensieri, nelle motivazioni e nel sapersi focalizzare nel momento attuale. Acquisire questa capacità contribuisce a godere di ogni momento, senza essere influenzati da pensieri negativi, ricordi o pensieri legati all’anticipazione del futuro.

Tra i vantaggi della pratica della mindfulness si evidenzai un maggiore senso di benessere e di felicità, una maggiore resistenza allo stress, e una maggiore creatività ed efficienza.

Se la piena consapevolezza è già di per sé un viaggio interiore, si può applicare anche questa pratica durante un viaggio per viverlo al massimo. Ecco i 10 consigli di Opodo per viaggiare “mindful”.

1. Viaggiate leggeri!

Prendete questo consiglio sia alla lettera che in senso metaforico. Non c’è bisogno di caricarsi di troppi bagagli, al contrario. Concentratevi sull’essenziale. Volete davvero indossare 8 paia di scarpe in un viaggio di una settimana? Avete veramente bisogno di tutte quelle riviste? Ordniate la vostra valigia, vi aiuterà a fare ordine anche nella vostra testa!

2. Mettete da parte la vostra identità online

Godetevi la vostra vacanza e “scollegatevi”. Invece di discutere con amici e familiari su Facebook o WhatsApp, spegnere il telefono, tablet o computer e parlate con la gente intorno a voi. Saranno certamente incontri eccezionali e scoprirete la vita quotidiana degli abitanti locale, e smetterete di perdere il vostro tempo alla ricerca di punti di connessione wi-fi.

3. Apritevi alla bellezza

Lasciate che i vostri sensi si soffermino su ogni cosa che vedete, odorate, ascoltate. Una foresta, una spiaggia, un tramonto, il canto degli uccelli… Godetevi lo spettacolo ogni momento e lasciare che il tempo si fermi. Vivete il vostro viaggio minuto per minuto.

4. Lasciatevi andare!

Se di solito siete una persona estremamente organizzata, durante il vostro viaggio lasciatevi andare… Smettela di cercare di controllare tutto e dimenticare gli oari, gli obblighi, i vincoli. Affidatevi alla vita e abbandonatevi all’inaspettato! Scommettiamo che vi piacerà 🙂

5. Smettete di voler immortalere tutto

Anche se la possibilità di ricordare un viaggio è importante, non dobbiamo perdere di vista l’essenziale: dobbiamo stare bene quando siamo lì, nel luogo in cui abbiamo tanto sognato essere. Scattare foto di bei paesaggi o di momenti particolari del viaggio è importante, ma non è un obbligo. Alcuni viaggiatori perdono parte del viaggio intenti a immortalarne ogni secondo e guardano ciò che gli circonda attraverso l’obiettivo della fotocamera. Non fate questo errore. Guardate con i vostri occhi, le immagini sono secondarie!

6. Dedicatevi del tempo

E’ del tutto comprensibile voler programmare un viaggio in modo da poter fare il maggior numero di cose possibili. Tuttavia, cercate di mantenere un po’ di tempo libero per prendervi cura di voi stessi, rilassarsi e non fare assolutamente nulla. Riempiendo la giornata di impegni potreste ottenere solo stress. Dopo tutto, non potete avere bisogno di visitare tutti i musei della città, siete in vacanza!

7. Dimenticate i paragoni

Il confronto è naturale. Tutti abbiamo avuto esperienze ed è facile cedere e paragonarle. Ma durante i viaggi non è il caso di fare paragoni perché gli elementi saranno decontestualizzati. Invece di lamentarsi che questo hotel non è accogliente come quello in cui siete stati l’anno scorso, concentratevi sull’esperienza che state attraversando e su tutto ciò che vi piace durante il viaggio. Eviterete la frustrazione e vi sentirete molto più felici!

8. Lasciate a casa la guida

Invece di viaggiare a leggere costantemente la tua guida, chiedete consigli ai locali, parlate con altri viaggiatori in hotel per conoscere il loro punto di vista e lasciatevi guidare dall’ispirazione del momento! Non isolatevi nella vostra guida, al contrario, lasciate che il viaggio sia condivisione e scoperta. Naturalmente, le guide sono un’ottima fonte di informazioni, ma utilizzatela solo nella fase di preparazione del viaggio e, eventualmente, la sera in camera quando pianificate il programma per il giorno successivo.

9. Positività!

Il volo è in ritardo? La camera dell’hotel non è bella come avevate immaginato? Il tempo è brutto? Invece di deprimervi per cose che non potete cambiare, concentratevi su ciò che si può fare per migliorare la situazione. Godetevi il ritardo del volo per leggere senza sosta il vostro libro o per fare shopping in aeroporto. Se non vi piace il vostro hotel fatevela cambiare. Visitare monumenti o musei o andate a farvi fare un massaggio se piove!

10. Non pensate al ritorno

Tutte le cose belle hanno una fine, si sa. Questo però non è un buon motivo per rovinare la vostra vacanza, pensando al ritorno mentre ancora la state vivendo. Godetevi il vostro viaggio fino all’ultimo minuto, avrete tutto il tempo per lamentarvi del ritorno in ufficio una volta a casa.

Avete altri suggerimenti per vivere in piena consapevolezza i vostri viaggi? Condivideteli con noi nei commenti!

Lascia un commento

footer logo
Fatto con per te